Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_londra

Notizie

 

Notizie

brexit puzzle resized 

ASSISTENZA AGLI ITALIANI SULLA BREXIT
LE ULTIME NOTIZIE


In data 29 marzo 2017, il Primo Ministro britannico, Theresa May, ha notificato al Presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, l'intenzione del Regno Unito di uscire dall'UE. Con questo atto è cominciato ufficialmente il processo che porterà alla Brexit entro la fine di marzo del 2019.

La procedura di uscita della UE è descritta nell'articolo 50 del trattato di Lisbona che prevede l'avvio di un negoziato che disciplini le modalità di uscita tra il Regno Unito e gli altri 27 stati membri dell’Unione.

La prossima tappa sarà l’approvazione delle linee-guida per i negoziati da parte di un Consiglio Europeo straordinario che si svolgerà il 29 aprile prossimo.

Successivamente i ministri dei 27 Stati membri UE dovranno discutere e approvare, in maggio, il mandato negoziale dettagliato per la Commissione europea.

Il primo incontro negoziale tra la Commissione europea, in rappresentanza dei 27 Stati membri, e il Regno Unito si svolgerà verosimilmente o a fine maggio o a giugno.

Per quanto riguarda il tema dello status dei cittadini UE residenti in UK e quello dei cittadini UK residenti negli altri 27 Stati membri UE, la lettera del Primo Ministro britannico ha ribadito una volta di più la determinazione di Londra – condivisa dagli altri 27 Stati membri UE – a raggiungere prioritariamente e rapidamente un accordo per la tutela dei diritti acquisiti.

Analoghe assicurazioni, su base di reciprocità, sono state date al Ministro degli Esteri Alfano dal suo omologo britannico Boris Johnson, in occasione della sua visita a Londra il 29 marzo scorso.

In una dichiarazione ufficiale pubblicata lo stesso giorno, il Presidente del Consiglio Gentiloni ha ribadito che nel corso del negoziato per l’Italia sarà prioritaria “la difesa dei nostri interessi nazionali, sia sul piano economico, sia su quello dei diritti acquisiti dai nostri concittadini in Gran Bretagna”.

Anche il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, in un incontro avuto a Londra con la Primo Ministro May il 20 aprile, ha sottolineato come per il Parlamento Europeo la tutela dei diritti dei cittadini europei e britannici costituisce la prima priorità dei prossimi negoziati tra Unione europea e Regno Unito.

 

Estratto dal trattato sull’Unione Europea articolo 50

 

Prime Minister's letter to European Council President Donald Tusk

 

Brexit, dichiarazione del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni

 

29 marzo 2017 - Agenzie ANSA e AGI sull’incontro Alfano-Johnson a Londra e Brexit


30 marzo 2017 - Dichiarazione Consiglio Europeo


20 aprile 2017 - Comunicato a seguito della visita del Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani



742