Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_londra

Missione di tre giorni del Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola a Londra e Manchester: solidarietà al popolo britannico e tutela diritti connazionali residenti in UK in vista della Brexit

Data:

05/06/2017


Missione di tre giorni del Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola a Londra e Manchester: solidarietà al popolo britannico e tutela diritti connazionali residenti in UK in vista della Brexit

logo ambasciata.it

 

2 giugno 2017 - La Festa della Repubblica, presso l’Ambasciata italiana, ha offerto la cornice per il primo appuntamento della missione del Sottosegretario Amendola ospite dell’Ambasciatore Pasquale Terracciano al tradizionale ricevimento ospite. Presenti anche Luigi Vignali, Direttore Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie e l’astronauta italiana dell’ESA Samantha Cristoforetti, prima italiana nello spazio, oltre che detentrice del record europeo per permanenza in orbita.

Amendola, nel suo intervento, ha sottolineato che il Regno Unito esce dall’Ue non dall’Europa, e che la Brexit rappresenta una nuova sfida per la stabilità e la prosperità del Vecchio Continente. L’esponente del Governo ha ricordato, inoltre, che l’Italia sta lavorando per contribuire a gestire in modo ordinato i negoziati della Brexit con l'obiettivo di minimizzare gli effetti negativi sull’Europa e sulla cooperazione Ue-UK.

Nel corso del suo saluto di apertura, l’Ambasciatore ha rimarcato che “L’Italia e il Regno Unito condividono gli stessi valori: la tutela della pace, dei diritti umani e la lotta contro ogni forma di terrorismo, recentemente ribaditi al G7 di Taormina”.

Il secondo appuntamento londinese del Sottosegretario Amendola e del Direttore Generale Vignali è stato con la collettività italiana presso il Waterloo Campus del King's College, dove l’esponente del Governo ha potuto fornire, ai numerosi partecipanti, un aggiornamento sugli ultimi sviluppi in materia di Brexit, della posizione italiana nel contesto del negoziato tra il Regno Unito e le istituzioni europee, che verrà avviato dopo le elezioni britanniche, e dei possibili scenari per i cittadini.

Amendola ha ribadito l’impegno del Governo italiano nel tutelare i nostri connazionali. È un punto fondamentale - ha aggiunto il Sottosegretario - per il prosieguo del negoziato ed è una priorità assoluta per il Governo italiano. L’amicizia tra i due Paesi - ha spiegato Amendola - è profondamente radicata e va ben oltre ogni accordo internazionale. Il Direttore Generale Vignali ha sottolineato, tra l'altro, l'importanza di tali incontri nel raccogliere segnalazioni specifiche da parte della collettività.

L’incontro sulla Brexit, organizzato dall’Ambasciata italiana con le associazioni di connazionali nel Regno Unito, la Italian Society del King’s College London ed il Jean Monnet Centre for Europe in the World, è il secondo al quale ha partecipato il Sottosegretario Amendola da quando la Gran Bretagna ha votato a favore dell’uscita dall’Unione Europea.

3 giugno 2017 - Dopo Londra, l’esponente del Governo italiano e il Direttore Generale Vignali si sono recati a Manchester dove hanno incontrato il Lord Mayor, Eddy Newman, al quale il Sottosegretario Amendola ha ribadito la vicinanza e la solidarietà del Governo e del popolo italiano dopo il terribile attentato dello scorso 22 maggio, nel quale hanno perso la vita 22 persone - tra cui molti giovanissimi - e ha causato oltre 120 feriti. I nostri due Paesi - ha aggiunto Amendola - stanno lavorando a stretto contatto, in uno sforzo comune per la pace la sicurezza. Solo pochi giorni dopo i tragici eventi di Manchester, la dichiarazione di Taormina del G7 sulla lotta contro il terrorismo e l'estremismo violento segna un notevole passo avanti nell'impegno del G7 sulla propaganda terroristica, i foreign fighters e il finanziamento alle organizzazioni terroristiche.

Inoltre Amendola, accompagnato dall’Ambasciatore Terracciano, si è recato a firmare il libro delle condoglianze per poi spostarsi a St Ann’s Square, la piazza di Manchester dove la città ricorda le vittime dell’attacco. Dopo aver osservato un minuto di silenzio il Sottosegretario ha depositato un mazzo di fiori al memoriale.

Sempre durante la mattina, Amendola ha incontrato i rappresentanti della comunità e delle associazioni italiane ed ha partecipato alla cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine della Stella d’Italia. Il Sottosegretario, durante il suo intervento, ha sottolineato l’impegno del Governo italiano verso le nostre collettività in UK, soprattutto in vista della Brexit, e ha ricordato che si è avviata un’opera di riorganizzazione e si sta lavorando per la riapertura di un ufficio consolare a Manchester.

4 giugno 2017 - Il Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola a Londra. L’esponente del Governo italiano, che è nel Regno Unito per una missione istituzionale, si è recato nei pressi del London Bridge, luogo del terribile attentato di ieri sera avvenuto nella capitale. Amendola ha manifestato il cordoglio dell’Italia al popolo inglese, sottolineando la grande amicizia tra l’Italia e il Regno Unito rafforzata anche dal comune impegno contro il terrorismo internazionale.

A conclusione della visita, Amendola, alla sede del Consolato italiano, ha incontrato i nostri connazionali. Ad aprire l’appuntamento c’è stato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell’attacco. Il Sottosegretario ha ricordato che al momento non risultano coinvolti italiani, ma l’Unità di Crisi della Farnesina - con le autorità britanniche - sta continuando a fare tutte verifiche del caso. Infine il Sottosegretario ha ribadito la necessità di continuare a lavorare insieme per lottare e sconfiggere chi con l’odio, la violenza e la paura vuole minare la convivenza democratica e pacifica.


764