Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_londra

AIM Italia Conference 2017

Data:

11/05/2017


AIM Italia Conference 2017

Si è svolta nella giornata odierna l’AIM Italia Conference 2017 a Londra, presso il London Stock Exchange. L’iniziativa è finalizzata a presentare alla piazza londinese alcune delle piu’ dinamiche PMI quotate nel segmento AIM della Borsa Italiana.

La delegazione guidata dalla dott.ssa Barbara Lunghi, capo della divisione Primary markets di Borsa Italiana e da otto realtà di punta (Bio-on, Bomi Group, Giglio Group, H-Farm, Masi Agricola, Piteco, Siti B&T, Triboo) in settori quali media, ITC, logistica, impiantistica industriale, agroindustria, servizi finanziari, ecomateriali.

La giornata di lavori è stata avviata dalle presentazioni delle otto aziende svolte nel segmento mattutino a beneficio di una platea di potenziali investitori britannici, proseguendo con gli incontri frontali nel pomeriggio.

Avviato in Italia nel 2009, AIM Italia è il segmento di Borsa Italiana dedicato alle PMI con rilevante potenziale di crescita. AIM Italia rappresenta uno strumento più flessibile rispetto ad altri listini di Borsa Italiana anche in ragione delle procedure semplificate per la quotazione delle realtà che intendono approcciare il mercato dei capitali. A dicembre 2016 erano 77 le aziende quotate in AIM Italia con una capitalizzazione pari a 2.9 miliardi di Euro.

La delegazione in visita è stata ospitata nella serata di ieri presso la Residenza d’Italia a Londra per un ricevimento di networking con rappresentanti della comunità finanziaria londinese. Nel suo intervento di saluto l’Ambasciatore Terracciano ha sottolineato l’importanza della ormai consolidata partnership tra Ambasciata d’Italia a Londra e Borsa Italiana nonché la versatilità dello strumento AIM Italia, capace di coniugare in maniera equilibrata rigore regolamentare e tempistiche ridotte per le procedure di accesso. “Considerando la struttura produttiva del nostro paese imperniata sulle PMI, occorre indubbiamente incoraggiare la presenza di investitori focalizzati su questa asset class” ha ricordato l’Ambasciatore Terracciano in conclusione del proprio intervento.


756